2010 2 gennaio

Alfa Romeo II vince la Rolex Sidney-Hobart

Alfa Romeo II vince la Rolex Sidney-Hobart

Non è stato record, ma a Hobart lo skipper Neville Crichton e i suoi marinai sono stati accolti ugualmente come eroi. "Alfa Romeo II", il supermaxi yacht di 100 piedi dell’imprenditore kiwi (importatore di auto di Fiat Group per l’Oceania) ha tagliato per primo il traguardo della Rolex Sidney-Hobart, la più ambita regata d’altura del mondo, dopo due giorni, nove ore e due minuti di navigazione. E, soprattutto, precedendo di due ore sulla distanza di 628 miglia marine che separano Sidney dalla Tasmania, il suo più acerrimo rivale, "Wild Oats XI", il supermaxi sempre di 100 piedi dell’australiano Mark Richards, vincitore delle ultime quattro edizioni e detentore del record di velocità della regata, conquistato nel 2006 (un giorno, 18 ore). Crichton, che aveva già vinto nel 2002 con il 90 piedi "Alfa Romeo I", e che nel 2005 si era visto portare via il successo, dopo aver condotto a lungo in testa, sempre da Richards, questa volta non ha lasciato spazi agli altri 96 skipper in gara. È schizzato subito in testa, dopo lo start, e non ha più mollato, nonostante i "buchi" di vento, che hanno fatto di questa edizione una delle meno ventose delle 65 disputate. E' invece il First 40 condotto dall’australiano Andrew Saies il vincitore in tempo compensato della prestigiosa e dura regata d’altura salpata il 26 dicembre dalla baia di Sydney in Australia. Lo ha deciso il 31 dicembre il comitato di regata dopo avere respinto una protesta contro l’imbarcazione.



Archivio news