News and Events

2017 18 settembre

Il Consiglio dei ministri licenzia il nuovo codice della nautica

Il Cdm ha approvato in via preliminare lo schema del decreto di revisione del codice della nautica
Il Consiglio dei ministri licenzia il nuovo codice della nautica

Roma – Il Ministro Graziano Delrio ha ottenuto l’approvazione in via preliminare dal Consiglio dei Ministri dello schema del decreto legislativo che porterà alla trasformazione del codice della nautica.
Un decreto che modifica un altro decreto, il 171 del 18 luglio del 2005, e che modificherà il nostro modo di andare per mare.

Il decreto mira a introdurre delle semplificazioni per i diportisti e ad allineare la normativa nazionale a quella di altri paesi europei, il tutto dovrebbe risultare in un diportismo meno burocratico e più incentivato.

Punti salienti del decreto sono la creazione dell’anagrafe delle patenti nautiche, un computer centrale, presso il Ministero dei Trasporti dove siano registrate tutte le patenti rilasciate in Italia; il riconoscimento della figura professionale dell’istruttore di vela; la creazione della figura del mediatore del diporto, ovvero lo yacht broker, figura professionale che oggi non fa differenza tra mediatore per navi mercantili e quello per il diporto.

Novità anche per le scuole nautiche che saranno regolamentate dalle Province o dalle città metropolitane, il che significa che le scuole nautiche di Roma o di Napoli dipenderanno dal comune.

Sempre in materia di patenti nautiche sono rivisti i requisiti fisici per il conseguimento della patente nautica, il che significa che scompaiono le assurde limitazioni per gli ipovedenti.

Novità anche per i porti turistici che dovranno incrementare il numero dei posti al transito e creare degli appositi ormeggi per le barche dei portatori di handicap.

Infine numerose novità in fatto di multe, gli importi di molte di queste saranno aumentate e alcune regole saranno rese più stringenti. In particolare il legislatore ha voluto penalizzare tutti i comportamenti che riguardano una condotta pericolosa dell’imbarcazione connessi con il consumo di alcool e droghe.

Nel numero 37 di SVN Solovelanet che sarà on line nei primi giorni di ottobre un ampio servizio di approfondimento in materia.


FONTE: www.solovela.net