2013 29 August

Rolex Farr 40 World Championship NEWPORT, RI, USA

TEMPISTICA PRECISA E GRANDE LAVORO DI SQUADRA LA CHIAVE DEL SUCCESSO
Rolex Farr 40 World Championship  NEWPORT, RI, USA

Precisione: “La qualità, condizione, o fatto di essere esatto e preciso.”

La precisione è la chiave del successo in qualsiasi sport, che si tratti del perfetto swing al golf, o della migliore curva nell’automobilismo, o della battuta più potente nel tennis. In uno sport di squadra come la vela, la precisione individuale e collettiva è fondamentale, soprattutto quando si regata con un equipaggio di dieci in una delle classi più aggressive e competitive.

I quindici equipaggi che partecipano alla 16ima edizione del Rolex Farr 40 World Championship ospitato dal New York Yacht Club (NYYC) a Newport, RI, negli Stati Uniti, sono ben consapevoli di quello che serve per avere successo in questa competizione. Tempistica e lavoro di squadra vanno di pari passo. I quattro giorni dell’evento sono intensi e appassionati e tutti sulla barca devono sapere esattamente che cosa fare al momento giusto.

Le regate si disputano su brevi percorsi a bastone che richiedono molte manovre e sembrano piuttosto semplici all’occhio inesperto, ma in realtà richiedono molta coordinazione e talento. Sebbene un equipaggio di dieci persone possa sembrare piuttosto numeroso per uno yacht di 40 piedi (poco più di 12 metri), nessuno ha un attimo di respiro durante la regata. Prima di lasciare la banchina, gli equipaggi sono già al lavoro per preparare la barca e controllare e caricare vele e attrezzature. Poi bisogna esaminare il percorso, le condizioni e le previsioni meteorologiche, la navigazione, la strategia e la tattica. La regata inizia molto prima della partenza vera e propria. Gli allenatori sono impegnati a controllare la linea e seguire i propri team durante brevi sessioni di prova, mentre gli ufficiali di gara studiano e preparano il campo di regata. L’area intorno alla partenza è frenetica e rumorosa. Gli equipaggi sono in allerta. Al cosiddetto segnale di “avviso”, che da’ ai regatanti il countdown esatto al via, gli equipaggi mettono in atto il loro piano preparato meticolosamente. Prodieri, trimmer, drizzisti, grinder, strateghi, floater, tattici, timonieri – per citarne solo alcuni – saltano in azione e sanno esattamente cosa fare. Su ogni barca c’è un costante flusso di comunicazione da prua a poppa, mentre computer e GPS contribuiscono all’esattezza e alla tempistica di ogni mossa. Non ci sono soste durante la regata e non sono ammessi errori. Se capita un imprevisto, ognuno ha un ruolo ben preciso per reagire prontamente e risolvere il problema. Solitamente il vincitore è il team che completa questa danza coreografata con il ritmo più preciso e accurato.

Un gioco di squadra

Secondo l’americano Jim Richardson, tre volte campione mondiale Rolex Farr 40, proprietario di Barking Mad (USA) e presidente della Classe Farr 40, lavoro di squadra e tempistica sono strettamente collegati tra loro: “In termini di lavoro di squadra, si cerca di costruire un team in grado di competere ad alto livello. In quanto a tempistica, tutti gli sforzi vanno nella preparazione. Speriamo di aver fatto tutto il possibile. In questa flotta chiunque può vincere o perdere e la costanza dei risultati è basilare. E’ fondamentale arrivare all'ultimo giorno del campionato con una carta da giocare per la vittoria.”

Il veterano di Coppa America Terry Hutchinson, il tattico professionista di Richardson, aggiunge: “(Tempistica e lavoro di squadra) sono direttamente collegati. Se la tempistica è comunicata bene, il lavoro di squadra funziona. Quando si è sfasati con il timing, l'impatto sulla performance complessiva della barca è enorme. Se la partenza è fuori fase di due o tre secondi, l'effetto sulla gara è notevole. Io do il conto alla rovescia per ogni manovra perché è fondamentale che tutti inizino il proprio lavoro al momento giusto. Sulla barca tutto richiede massima precisione.”

Vasco Vascotto, tattico professionista sul Farr 40 italiano Enfant Terrible, concorda: “Il lavoro di squadra è uno dei fattori più importanti in qualsiasi sport, non solo nella vela. Sul Farr 40, in particolare, è necessario essere molto coordinati e organizzati poiché siamo in dieci sulla barca e tutti devono fare del loro meglio per far funzionare il tutto – se qualcuno non spinge nella direzione giusta, tutti ne risentono.”

Perfezione e precisione sono state ampiamente esibite nella prima giornata del campionato mondiale 2013 Rolex Farr 40. Charisma di Nico Poons (MON) ha infilato tre vittorie consecutive, un’impresa non da poco. “Sapevo che era possibile, ma tre primi di fila è piuttosto sorprendente,” ha confessato Poons. La pratica rende perfetti, come spiega Poons: “La squadra funziona come una macchina finemente sintonizzata e sono tutti molto motivati. La comunicazione a bordo è impeccabile.”

Uno sguardo alla sinergia di un team di Farr 40 è fornita dall’info-grafica allegata.

Evoluzione costante
Secondo Gavin Brady, tattico professionista dell’ex-campione mondiale Rolex Farr 40 Transfusion (AUS) di Guido Belgiorno-Nettis, la flotta Farr 40 è in continua evoluzione. Brady spiega che le barche devono tagliare la linea di partenza esattamente allo sparo e in piena velocità: “Per raggiungere questo livello di precisione è necessario un grande lavoro di squadra, assoluta manovrabilità e cinetica, e la tempistica deve essere perfetta.”

Dopo un periodo di lontananza dalla classe, il velista professionista danese Jens Christiansen – che regata con Sua Altezza Reale Federico il principe ereditario di Danimarca a bordo di Nanoq – spiega quanto sia stato duro il lavoro per riprendere il passo con il ritmo serrato di questo campionato mondiale: “Sappiamo quanto sia importante essere precisi, ma anche quanto sia difficile. Siamo piuttosto sorpresi da quanto aggressivi sono diventati gli equipaggi in questa classe. E’ evidente che molti regatano insieme da parecchio tempo e conoscono benissimo le barche e quindi possono spingere davvero al massimo.”

Attenzione al dettaglio
La maggior parte dei team di Farr 40 ha un allenatore, il cosiddetto ‘coach’. Il sudafricano Jonathan Swain "Jono" è un veterano della Volvo Ocean Race e allenatore per Groovederci (USA) di John Demourkas al campionato mondiale Rolex Farr 40. Swain spiega: “La tempistica è fondamentale, specialmente nelle partenze. Con il mio team ripetiamo ogni giorno la stessa routine.” Le decisioni di bordo avvengono tra il timoniere, il tattico e il prodiere che ricevono il conto alla rovescia da altri due membri dell’equipaggio.

Secondo Swain, il lavoro dell’allenatore va oltre le osservazioni in mare. Alla fine di ogni giornata Swain riunisce il team per un de-briefing dettagliato, durante il quale mostra i video delle varie partenze e giri di boa: “Solitamente se ci sono dei piccoli errori in regata, il team li esamina subito. Inoltre, mi occupo anche del benessere della squadra nel suo complesso.” Forte della sua esperienza nelle regate intorno al mondo, Swain tiene sotto controllo anche la dieta e il livello d’idratazione dell’equipaggio.  

A volte, le cose non funzionano esattamente come previsto e gli equipaggi devono reagire rapidamente. L’americano Dave Gerber, trimmer professionista su Flash Gordon 6 (USA) di Helmut Jahn, il campione mondiale in carica, spiega: “Spesso ci esercitiamo su come affrontare gli errori o le rotture impreviste. Tutti sanno esattamente quello che devono fare in queste situazioni e possono balzare immediatamente all’opera.”

Mani sicure
Quando si tratta di un evento come il Campionato del Mondo Rolex Farr 40, nessuno conosce meglio del Principal Race Officer Peter "Luigi" Reggio il valore reale di tempistica, precisione e lavoro di squadra: “Nella sequenza iniziale della partenza tutto deve essere perfetto e il timing deve essere assolutamente corretto. Se commettiamo un errore, dobbiamo interrompere la regata e ricominciare tutto da capo.”

Il tempismo e il lavoro di squadra saranno debitamente ricompensati. Il team che esegue ogni partenza e ogni manovra perfettamente, segue la migliore strategia e minimizza gli errori, si aggiudica il trofeo del Campionato Mondiale Rolex Farr 40 e un orologio Rolex Yacht-Master con una speciale incisione – vero riconoscimento per la loro precisione in mare.

Per maggiori informazioni sui Rolex Farr 40 Worlds 2013 siete pregati di visitare il sito www.farr40worlds.com

Per scaricare immagini ad alta risoluzione libere da diritti per uso giornalistico, siete pregati di registrarvi online sul sito www.regattanews.com

SERVIZI PR PER ROLEX YACHTING
Internazionali
Key Partners (KPMS)
Alex Bocage
E: alex@kpms.com
T: +41 32 724 2829

USA
Media Pro International
Jan Harley
jan.harley@mediapronewport.com
+1 401-683-8224  

CONTATTO PR PER NEW YORK YACHT CLUB
Stuart Streuli, Communications Director
streulis@nyyc.org
+1 401-608-1128

CONTATTO PR PER STAGG YACHTS
Tink Chambers
E: tink@staggyachts.com
T: +1 443 623 2211




 Rolex Farr 40 World Championship NEWPORT, RI, USA
news archive




We care about your privacy

We use cookies to improve the browsing experience on our site. With your consent we can use these technologies for the purposes indicated on the page privacy policy. You can freely give, refuse or withdraw your consent to all or some of the treatments by clicking on the button ''Customize'' always reachable through our cookies info.
Cookies are used to personalize advertisements. You can consent to the use of the technologies mentioned above by clicking on ''Accept and close '' or refuse their use by clicking on ''Continue without accept''