Mariquita

Mariquita

È l'unico yacht della Classe 19 Metri Stazza Internazionale ancora esistente in condizioni di poter nuovamente navigare. L'altro esemplare, Cecilie, non è che un relitto di cui è dubbia la possibilità di recupero.

La Classe ha avuto vita molto breve anche se le sue regate hanno attirato molta attenzione per la rivalità tra Germania e Inghilterra. Di fatto, le prime costruzioni si sono avute nel 1911 e la Grande Guerra, a simiglianza di quanto successo per quella dei 15 Metri, ha messo un fermo definitivo alla Classe.
La seconda versione della formula che entrerà in vigore nel 1920 non prevede più le Classi dei 15 e 19 Metri. Probabilmente le ragioni sono da trovare nel maggior successo della classe più piccola, quella dei 12 Metri S.I., e nel crescente interesse per i 23 Metri.

D'altra parte, il costo di un 19 Metri non poteva non essere un freno nella costruzione di questa imbarcazioni di quasi 30 Metri di lunghezza.
Mariquita fu costruito per A. K. Stothert, già armatore del 15 Metri Mariska.

Lo scafo era in composito e la sua costruzione fu conforme al Regolamento di stazza nonché ai criteri costruttivi imposti dalle Scantling Rules dei Lloyd's per quanto riguarda armo, piano di coperta e piano degli interni. L'armo era aurico.

I 19 Metri erano noti come i "levrieri del mare" per la grande velocità che erano in grado di sviluppare.

Ciò nonostante, gli interni sono estremamente confortevoli come sarebbe impensabile avere ai nostri giorni in uno yacht destinato a regatare. In successione, abbiamo un ampia cabina armatoriale con bagno annesso, tre cabine per ospiti con un bagno in comune, un grande quadrato e, a prua, oltre alla cucina, ampi locali per l'equipaggio. La coperta è spaziosa completamente libera salvo una piccola tuga e due grandi osteriggi al centro. Le linee e 1'insieme sono aristocratici e di grande eleganza. I soli tre anni di regata non videro nessun dominatore della Classe ma i sei yacht si alternarono ai vertici delle diverse classifiche.

Poi, vi furono diversi passaggi di proprietà, anche il nuovo nome di Maud IV, il charter in Egeo ed un lento progressivo degrado. Ritrovato fortunosamente, da tre anni Mariquita è ai lavori per un accurato restauro presso Fairlie Restoration. Il varo è programmato per l'inizio dell'estate 2004.

Sarà sicuramente un grande ritorno.

Progetto: William Fife III
Cantiere: W. Fife & Son, Fairlie
Anno varo: Maggio 1911
Armamento: Cutter aurico
Lung. Fuori tutto: m. 29,03
Lung. Armamento: /
Lung. Galleggiamento: m. 18,95
Larghezza: m. 5,18
Pescaggio: m. 3,73
Dislocamento: t. 72
Superfice velica: Mq. 580